Archivi categoria: Impianti

Impresa 4.0 ed interconnessione

Gli incentivi economici di Impresa 4.0 o Industria 4.0, che dir si voglia, hanno dato un grosso impulso agli investimenti da parte delle imprese, le quali di riflesso hanno coinvolto anche molte altre aziende, per la fornitura di servizi accessori, legati all’investimento.

Per usufuire dell’iper ammortamento è necessario che il macchinario acquistato risponda a specifici requisiti indicati negli allegati della legge di bilancio 2018 ,  l’Interconnessione! Ma cosa si intende per interconnessione?

Significa che ogni macchinario debba essere interconnesso al sistema azienda attraverso sistemi di trasmissione via cavo o wireless, con IP unico e definito per ogni singola macchina, in grado di dialogare con tutta la catena di produzione.

Su questo ultimo punto è bene soffermarsi per chiarire che il dialogo deve essere un interscambio di informazioni, che coinvolge tutto il sistema (altri macchinari, sistemi informatici, gestionale, ecc..), in modo tale che l’avanamento di ogni lavorazione, porti al completamento di tutto il percorso di produzione che è partito dall’ordine del cliente e si conclude con la spedzione del prodotto/impianto finito.

NON è sufficiente che la macchina sia collegata in rete, sia accessibile da remoto, abbia un PLC che la controlla, possa vederla da remoto! La macchina deve comunicare con il resto del sistema in maniera automatica, per avviare cicli produttivi successivi, senza nessun intervento esterno.

Questo è un punto fondamentale, che spesso non è ben compreso da chi effettua l’investimento sulla macchina.

Se non rispetti questo principio, l’ammortamento extra passa dal 150% al 30% (da 250% a 130%)

Se non sono stato abbastanza chiaro, lascia pure un commento, grazie!

Si può ridurre il costo della bolletta elettrica?

Alcuni si chiederanno se sia possibile ridurre il costo della bolletta elettrica, senza cadere nelle trappole delle offerte “super scontate” che alcune compagnie propongono sulla carta ma che poi spesso non si tramutano in realtà.

Per prima cosa diffidate da chi vi offre tariffe super convenienti con risparmi a doppia cifra, spesso quello che viene proposto come un super sconto, in realtà riguarda solo una fetta del costo complessivo della bolletta (vi consiglio di leggere questa pagina dell’Autorità per l’energia), ed alla fine il risparmio, se c’è, è di pochi punti percentuali (2-3% in media).

Ma allora come si può risparmiare sui costi dell’energia elettrica? Semplice, basta ridurre i consumi! Vi siete mai domandati se i vostri consumi elettrici sono corretti? Vi siete mai chiesti se una parte l’energia che consumate se ne va sprecata inutilmente?

Per capire come stiamo consumando l’energia elettrica e quanta ne stiamo sprecando, è necessario Monitorare il proprio impianto elettrico.

Per ottimizzare l’approvvigionamento dell’energia, è necessario un puntuale e corretto monitoraggio dei consumi elettrici; solo dopo aver compreso bene quali e quanti sono, ma sopratutto quando questi avvengono, si può intervenire per migliorare le nostre abitudini, e per ottimizzare i consumi.

Per esempio questo sotto è un monitoraggio di un impianto al servizio di un distributore di Carburanti.

Monitoraggio-consumi-elettrici_faroda

Mentre la foto in cima alla pagina, monitora i consumi (in quel caso visualizzati settimanalizzate), la foto sotto,monitora (in un edificio civile) la produzione dell’impianto fotovoltaico.

Domotica energia produzione giornaliera

Chiudo con un monitoraggio industriale che comprende consumi importanti (oltre 300 Kw di picco) ed una produzione di fotovoltaico da 130 Kw

Monitoraggio consumi fotovoltaico elettrico faroda

Interessante la curva precisa e netta della produzione dell’impianto fotovoltaico, sovrapponibile nel tempo, con le altre curve relative ai consumi dell’azienda

Per qualunque dubbio, qui ci sono i miei recapiti

Impianto Fotovoltaico, è ancora conveniente?

Ormai sono passati alcuni anni dal boom dell’installazione di un impianto fotovoltaico, dovuti all’incentivazione prevista dal GSE; Oggi quell’incentivazione non c’è più e molti si domandano: è ancora conveniente?

Un impianto fotovoltaico, permette di generare energia elettrica, grazie ai fotoni che, catturati dal pannello, trasformano la loro energia luminosa in energia elettrica (in media riusciamo a catturarne il 15% ), questa, opportunamente “trasformata”, viene immessa nel nostro impianto; Se non riusciamo a consumarla tutta, l’energia viene immessa nella rete elettrica nazionale, per alimentare gli altri impianti connessi;  L’elettricità immessa viene misurata(attraverso un contatore e valorizzata (in convenzione di scambio sul posto)  con pochi centesimi di euro; In media il 65-70% dell’energia  prodotta in una abitazione,  finisce in rete.

SANYO DIGITAL CAMERA

Come possiamo utilizzare la nostra energia elettrica, anziché immetterla nella rete del distributore?

Possiamo provarne a conservarne il più possibile, utilizzando un sistema di accumulo con batterie.
Ma quali sono i vantaggi/svantaggi di questo sistema?

Svantaggi:
–  Ha un costo più alto rispetto ad un impianto senza accumulo;
– Almeno ogni 10 anni dobbiamo sostituire le batterie

Vantaggi
– Posso portarne in detrazione il costo fino al 50% (per tutto il 2015);
– Ho una riserva di energia elettrica per la notte o quando l’impianto fotovoltaico non produce.

#fotovoltaico #accumulo #faorda #blackout

Pensate al vantaggio in caso di black out prolungato, potete utilizzare la vostra riserva di carica, per far funzionare gli elettrodomestici principali dell’abitazione, nonché l’autoclave, l’impianto di riscaldamento, e tutto quello che volete…

Ovviamente per un attività produttiva la questione è un pò diversa, ed anche molto conveniente, in quanto quello che si produce, viene consumato quasi completamente durante le fasi di lavoro aziendale.

SANYO DIGITAL CAMERA

Quindi alla domanda: un Impianto Fotovoltaico, è ancora conveniente? Rispondo che è sempre necessario valutarne l’opportunità, in base all’utilizzo che se ne vuol fare, ed alle necessità della casa o dell’azienda; per una consulenza gratuita, trovate i recapiti su questa pagina.

E voi cosa ne pensate, lo installereste a casa vostra o nel vostro laboratorio?

recapiti_luca_baglioni