Qual è la migliore Ricarica per le Auto Elettriche a Casa?

WallBox ricarica auto a parete

Le auto elettriche in vendita negli ultimi anni prevedono tutte un doppio sistema di ricarica.

Tali sistemi sono di tipo AC (Corrente Alternata) e DC (Corrente Continua).

La prima (AC) prevede che il carica batteria sia presente dentro al Veicolo, quindi possiamo collegarlo (con apposito cavo fornito dal costruttore) anche alla presa di casa. La ricarica (DC), invece, prevede che l’auto sia collegata ad una Speciale stazione di ricarica che trasforma l’energia della rete elettrica.

Per la ricarica a casa, il sistema da utilizzare è sicuramente quello AC, perchè molto meno costoso sia per quanto riguarda l’ installazione del dispositivo, sia in termini di potenza elettrica.

Non dimentichiamo che a casa di solito abbiamo un’utenza monofase , a 230 Volt con una potenza compresa tra 3,3 e 6,6 Kw, per torrette in AC queste caratteristiche sono sufficienti, mentre una stazione di ricarica in DC abbiamo bisogno di almeno 25 Kw a 400 Volt.

Se hai un’utenza monofase, considerato quelli che sono i consumi tra ricarica auto e casa, consiglio una stazione di ricarica monofase da 3,7 Kw, si tratta della situazione più comune nelle abitazioni.

Sia che tu installi una stazione di ricarica o che utilizzi il cavo speciale con limitatore integrato da circa 2 / 3 Kw (vedi foto 1), dovrai comunque aumentare la potenza di fornitura a 6 Kw monofase; non facendo l’aumento, dovrai stare molto attento a non utilizzare nessun altro apparecchio in casa per evitare di rimanere al buio (ricorda che di solito la potenza che hai in casa è di 3,3 Kw).

Foto 1 – Ricarica portatile

4 tipologie di stazioni di ricarica

A questo punto, in base all’utenza che abbiamo a casa (monofase – 230 Volt o trifase 400 Volt) possiamo scegliere tra 4 tipologie di stazioni di ricarica:

3,7 Kw Monofase (230 Volt) – Consigliato per tutte le abitazioni, con utenza monofase, ma i tempi per ricaricare la vostra auto saranno piuttosto lunghi (15-20 ore).

7,4 Kw Monofase (230 Volt) – Sconsigliato per il mercato Italiano, difficilmente riuscirete ad aumentare la potenza del vostro contatore fino a 9 Kw , potenza minima necessaria per far funzionare casa e Stazione di ricarica.

11 Kw Trifase (400 Volt) – Consigliato per tutte le abitazioni, con utenza trifase; se avete 9/10 Kw di fornitura potete personalizzare la ricarica dell’auto facendogli assorbire al massimo 6/7 kw, così eviterete di far sganciare il contatore.

22 Kw Trifase (400 Volt) – Consigliato più per Uso Ufficio / Attività lavorativa, certe potenze difficilmente si trovano nelle nuove abitazioni.

Stazioni di ricarica: a colonna e a parete

A questo punto non resta che scegliere la Forma della vostra stazione di ricarica.

Le stazioni di ricarica a colonna (foto qui sotto) sono di solito alte circa un metro con una base di circa 25 x 25 cm. Vengono posizionate all’esterno dell’abitazione/azienda e non è necessario fornire delle tettoie di protezione dagli agenti atmosferici.

Stazione di ricarica a Basamento

Le stazioni di ricarica a parete (foto qui sotto) sono molto compatte e poco ingombranti.

Vengono posizionate sul muro, sporgono 10-15 cm e sono grandi circa 30×20 cm (ovviamente dipende dal modello).

Vengono posizionate all’interno o all’esterno dell’abitazione/azienda, anche questo non ha bisogno di protezione dagli agenti atmosferici.

Stazione di ricarica a parete (detta Wall Box)

CONSIGLIO! Qualsiasi stazione di ricarica tu scelga di installare, ti consiglio di sceglierlo con il cavo di ricarica integrato in modo da renderne più veloce e semplice l’utilizzo. Tieni il cavo di ricarica in dotazione con l’auto sempre a disposizione nel bagagliaio della macchina nel caso tu incontri stazioni di ricarica non provviste di cavo.

Per maggiori dettagli tecnici ed economici delle stazioni presentate in foto potete trovare qui maggiori dettagli tecnici:

Stazione a Basamento della SCAME

Ricarica Portatile

Stazione di ricarica a parete

Per maggiori informazioni e curiosità contattami

Luca

Baglioni Luca

Progettista di impianti, mi occupo di trasmissione dati, risparmio energetico, Automazione, Domotica, Energie rinnovabili sostenibili e Mobilità elettrica.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *